Informazioni sugli assetti proprietari (ex art. 123-bis, comma 1, TUF) alla data del (31/12/2014)

a) Struttura del capitale sociale (ex art. 123-bis, comma 1, lettera a), TUF)

Al 31 dicembre 2014 il capitale sottoscritto e versato è pari a Euro 53.811.095,00 i.v., suddiviso in n. 53.811.095 azioni ordinarie del valore nominale Euro 1, come riportato nella tabella che segue:

Categorie di azioni che compongono il capitale sociale al 31 dicembre 2014:

STRUTTURA DEL CAPITALE SOCIALEN° azioni% rispetto al c.s.Quotate (mercato) / non quotateDiritti e obblighi
Azioni ordinarie 53.811.095 100% Quotate (MTA) Ogni azione ordinaria attribuisce il diritto a un voto.

Al 31 dicembre 2014 non risultano invece emessi altri strumenti finanziari che attribuiscono il diritto di sottoscrivere azioni di nuova emissione.

Per le azioni da attribuire a titolo di remunerazione variabile all’Amministratore Delegato e al Direttore Generale nonché a eventuali altri dipendenti rientranti nel novero del “personale più rilevante” si fa rinvio alla Relazione sulla remunerazione ai sensi dell’art. 123-ter del TUF e al Documento in-formativo in ordine a piani di compensi basati su strumenti finanziari ai sensi degli artt. 114 bis del TUF e 84 bis del Regolamento emittenti.

b) Restrizioni al trasferimento di titoli (ex art. 123-bis, comma 1, lettera b), TUF)

Non esistono restrizioni al trasferimento di titoli, fatta eccezione per i periodi di retention previsti per la quota della remunerazione variabile da corrispondere in azioni all’Amministratore Delegato e al Direttore Generale nonché a eventuali altri dipendenti rientranti nel novero del “personale più rilevante”. Per gli aspetti di dettaglio sulle azioni da assegnare a tali figure aziendali si fa rinvio alla Relazione sulla remunerazione ai sensi dell’art. 123-ter del TUF.

c) Partecipazioni rilevanti nel capitale (ex art. 123-bis, comma 1, lettera c), TUF)

Alla data del 31/12/2014, dalle comunicazioni effettuate ai sensi dell'articolo 120 del TUF, nonché delle comunicazioni effettuate da soggetti rilevanti ai sensi dell'art. 152-octies del Regolamento Emittenti, i soggetti che possiedono, direttamente o indirettamente, azioni con diritto di voto in mi-sura superiore al 2% del capitale sociale sono i seguenti:

DichiaranteAzionista diretto% del capitale ordinario% del capitale votante
FÜRSTENBERG SEBASTIEN EGON La Scogliera S.p.A.: 52,638 52,651 52,651
Fürstenberg Sebastien Egon: 0,013
INVESCO LIMITED Invesco Asset Management Limited: 1,539 2,020 2,020
Invesco Fund Managers Limited: 0,306
Invesco Global Asset Management: 0,153
Invesco Canada Limited: 0,022
SALAMON MARINA Alchimia S.p.A.   2,001 2,001
PREVE RICCARDO Preve Costruzioni S.p.A. 2,156 2,321 2,321
Preve Riccardo 0,165
BOSSI GIOVANNI Bossi Giovanni 3,417 3,417 3,417

Appare utile precisare che:

  • l’attività della Holding di partecipazione La Scogliera S.p.A. è limitata alla detenzione dell’unica partecipazione significativa rappresentata dal pacchetto di controllo di Banca IFIS S.p.A.;
  • La Scogliera S.p.A., pur essendo azionista di maggioranza, non effettua attività di direzione e coordinamento nei confronti di Banca IFIS S.p.A.;
  • l’oggetto sociale di La Scogliera S.p.A. esclude espressamente l’attività di direzione e coordinamento delle società finanziarie e banche partecipate.

d) Titoli che conferiscono diritti speciali (ex art. 123-bis, comma 1, lettera d), TUF)

Non sono stati emessi titoli che conferiscono diritti speciali di controllo.

e) Partecipazione azionaria dei dipendenti: meccanismo di esercizio dei diritti di voto (ex art. 123-bis, comma 1, lettera e), TUF)

I dipendenti eventualmente titolari di azioni della società esercitano i propri diritti di soci con le stesse modalità degli altri azionisti.

f) Restrizioni al diritto di voto (ex art. 123-bis, comma 1, lettera f), TUF)

Alla società non risulta l’esistenza di restrizioni al diritto di voto.

g) Accordi tra azionisti (ex art. 123-bis, comma 1, lettera g), TUF)

Al Consiglio di Amministrazione di Banca IFIS S.p.A. non risulta l’esistenza di patti parasociali tra gli azionisti della società ai sensi dell’art. 122 TUF.

h) Clausole di change of control (ex art. 123-bis, comma 1, lettera h), TUF) e disposizioni statutarie in materia di OPA (ex artt. 104, comma 1-ter, e 104-bis, comma 1)

Né Banca IFIS S.p.A. né la controllata IFIS Finance Sp. z o.o. hanno stipulato accordi significativi che acquistano efficacia, sono modificati o si estinguono in caso di cambiamento di controllo della società contraente.

Lo statuto di Banca IFIS S.p.A. non deroga alle disposizioni sulla passivity rule previste dall’art. 104 commi, 1 e 2, del TUF né prevede l’applicazione delle regole di neutralizzazione contemplate dall’art. 104-bis, commi 2 e 3, del TUF.

i) Deleghe ad aumentare il capitale sociale e autorizzazioni all’acquisto di azioni proprie (ex art. 123-bis, comma 1, lettera m), TUF)

i.1) Capitale deliberato e non sottoscritto; deleghe agli amministratori ad aumentare il capitale sociale

Al 31 dicembre 2014 non risultano conferite al Consiglio deleghe per l’aumento del capitale sociale ai sensi dell’art. 2443 del codice civile ovvero per l’emissione di strumenti finanziari partecipativi.

i.2) Azioni proprie

L’Assemblea Ordinaria del 17 aprile 2014 ha autorizzato l’acquisto e l’alienazione di azioni proprie, ai sensi degli artt. 2357 e segg. codice civile, nonché dell’art. 132 del D.Lgs. 58/98. Nel corso della predetta Assemblea era stata richiamata l’evoluzione del quadro normativo di riferimento in materia di fondi propri delle Banche, con particolare riguardo agli artt. 77 e 78 del Regolamento (UE) n. 575/2013 del 26 giugno 2013 e al Regolamento delegato (UE) n. 241/2014 del 7 gennaio 2014 (quest’ultimo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 14 marzo 2014 ed entrato in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione). Era quindi stata data assicurazione ai soci che le competenti strutture aziendali avrebbero dato esecuzione alla deliberazione in materia di acquisto di azioni proprie in conformità di tale regolamentazione e delle eventuali successive comunicazioni della Banca d’Italia. Successivamente non è stata ravvisata la necessità di presentare l’istanza alla Banca d’Italia per ottenere l’autorizzazione prevista da tale normativa e non sono state effettuate nuove operazioni di acquisto o di vendita di azioni proprie. 

Il numero di azioni proprie in portafoglio alla chiusura dell’esercizio 2014 pertanto non è cambiato rispetto alla data della richiamata Assemblea e ammonta a n. 887.165 e corrisponde all’1,649% del capitale sociale.

l) Attività di direzione e coordinamento (ex. art. 2497 e ss. c.c.)

La Scogliera S.p.A., pur essendo azionista di maggioranza, non effettua attività di direzione e coordinamento in Banca IFIS S.p.A.. A tale riguardo è opportuno precisare che l’oggetto sociale di La Scogliera S.p.A. esclude espressamente l’attività di direzione e coordinamento delle società finanziarie e banche partecipate.

Si precisa che:

  • le informazioni richieste dall’articolo 123-bis, comma primo, lettera i) (“gli accordi tra la società e gli amministratori … che prevedono indennità in caso di dimissioni o licenziamento senza giusta causa o se il loro rapporto di lavoro cessa a seguito di un’offerta pubblica di acquisto”), sono contenute nella Relazione sulla remunerazione pubblicata ai sensi dell’art. 123-ter del TUF;
  • le informazioni richieste dall’articolo 123-bis, comma primo, lettera l) (“le norme applicabili alla nomina e alla sostituzione degli amministratori … nonché alla modifica dello statuto, se diverse da quelle legislative e regolamentari applicabili in via suppletiva”), sono illustrate nella sezione della Relazione dedicata al Consiglio di Amministrazione (Sezione 4.1).
Ultimo aggiornamento il 20/02/2015