Comitato nomine

Come richiamato nella Sezione 6 della presente Relazione, con delibera del 18 dicembre il Consiglio di Amministrazione di Banca IFIS ha costituito un Comitato Nomine mentre, fino a quel momento, risultava costituito in seno al Consiglio un unico Comitato in materia di nomine-remunerazione, composto secondo le regole previste per il Comitato Nomine (maggioranza di amministratori indipendenti) e anche secondo quelle più stringenti previste per il Comitato Remunerazioni (amministratori tutti non esecutivi, la maggioranza dei quali indipendenti e presidente indipendente). Le motivazioni di tale scelta erano state riportate nella “Relazione” relativa al precedente esercizio.

Composizione e funzionamento del Comitato Nomine (ex art. 123-bis, comma 2, lettera d), TUF)

È previsto che il Comitato Nomine sia composto da almeno 3 membri scelti tra i componenti non esecutivi del Consiglio di Amministrazione della Capogruppo, la maggioranza dei quali indipendenti.

Il Comitato è quindi composto dal Consigliere Giuseppe Benini (indipendente e non esecutivo), dal Consigliere Riccardo Preve (non esecutivo) e dal Consigliere Daniele Santosuosso (indipendente e non esecutivo) con l’incarico di presidente.

Nell’esercizio 2014 né il preesistente Comitato per le nomine e la remunerazione né l’attuale Comitato Nomine si sono riuniti per la trattazione di argomenti di competenza del Comitato Nomine.

Nella prima parte del 2015 il Comitato Nomine si è riunito una volta al fine di esprimere il proprio parere in ordine all’approvazione consiliare del documento di sintesi sul processo di autovalutazione del Consiglio avviato nel mese di dicembre 2014 e concluso nella richiamata seduta del Consiglio medesimo del 3 febbraio 2015.

Alla riunione, che ha registrato una durata di un’ora e mezza circa e la partecipazione di due componenti, hanno assistito il Vice Presidente, il Presidente del Collegio Sindacale e due dipendenti in servizio presso la Funzione Affari Societari.

Non sono al momento previste particolari attività del Comitato Nomine nel corso del 2015 se non per la conduzione annuale del processo di autovalutazione, posto che la scadenza del mandato degli attuali amministratori avverrà con l’approvazione del bilancio del corrente esercizio.

Il Regolamento prevede che ai lavori del Comitato possa partecipare il Presidente del Collegio Sindacale della Capogruppo o un altro Sindaco effettivo da lui di volta in volta designato. Possono inoltre partecipare gli altri componenti del Collegio Sindacale. Possono altresì partecipare l’Amministratore Delegato e il Direttore Generale della Capogruppo, ove non siano all’esame argomenti che li riguardano.

Il Comitato può infine avvalersi e/o richiedere la presenza:

  • di consulenti esterni, che possono essere individuati anche tra i Consiglieri di Amministrazione della Capogruppo, a condizione che tali esperti non forniscano nel contempo alla Capogruppo e/o delle altre società del Gruppo servizi di significatività tale da compromettere in concreto l’indipendenza di giudizio dei consulenti stessi;
  • di qualsiasi esponente o addetto aziendale della Capogruppo o di altra società del Gruppo.

Funzioni del Comitato Nomine

Il Comitato svolge funzioni di supporto al Consiglio di Amministrazione e agli altri organi societari nei seguenti processi:

  • nomina o cooptazione dei consiglieri; il Comitato fornisce consulenza nella fase di identificazione preventiva della dimensione e della composizione quali-quantitativa del Consiglio di Amministrazione considerate ottimali, anche in termini di figure professionali la cui presenza all’interno del Consiglio sia ritenuta opportuna e alla luce del vigente quadro normativo, nonché nella fase di verifica successiva della rispondenza tra la composizione quali-quantitativa ritenuta ottimale e quella effettiva risultante dal processo di nomina; nel caso di cooptazioni in sostituzione di amministratori indipendenti il Comitato propone candidati al Consiglio;
  • autovalutazione degli organi societari; in particolare il Comitato propone al Presidente del Consiglio di Amministrazione il personale incaricato di condurre il processo di autovalutazione degli Organi con funzione di supervisione strategica e di gestione;
  • verifica della sussistenza dei requisiti di professionalità, onorabilità e indipendenza in capo ai soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione e controllo secondo quanto previsto dall’articolo 26 del D.Lgs. n. 385/1993 (TUB);
  • definizione di piani di successione nelle posizioni di vertice dell’esecutivo (amministratore delegato, direttore generale), in caso di cessazione per scadenza del mandato o per qualsiasi altra causa, al fine di garantire la continuità aziendale e di evitare ricadute economiche e reputazionali.

Il Comitato inoltre

  • supporta il Comitato Controllo e Rischi nell’individuazione e nella proposta al Consiglio dei responsabili delle funzioni aziendali di controllo da nominare;
  • formula pareri al Consiglio di Amministrazione sul limite del cumulo degli incarichi di amministratori e sindaci e sulle eventuali deroghe al divieto di concorrenza ex art. 2390 c.c.;

Il Presidente del Comitato riferisce al Consiglio di Amministrazione sull’attività svolta in occasione della prima seduta utile.

***

Delle riunioni del Comitato è redatto sintetico verbale, da sottoscrivere da parte dei componenti.

Il Comitato può accedere a tutte le informazioni aziendali rilevanti per lo svolgimento dei suoi compiti e dispone di risorse finanziarie, attivabili in autonomia, nella misura stabilita dal Consiglio e con previsione di rendicontazione allo stesso in merito all’eventuale utilizzo dei fondi almeno una volta all’anno, di norma in sede di esame della relazione sul governo societario e gli assetti proprietari.

Il Consiglio di Amministrazione con delibera del 3 febbraio 2015 ha assegnato al Comitato Nomine risorse economiche per Euro 60.000 annui, attivabili in autonomia, con previsione di rendicontazione al Consiglio in merito all’utilizzo dei fondi nell’ambito della rendicontazione prevista dal relativo Regolamento.

Ultimo aggiornamento il 23/02/2015